Marc Chagall. Sogno e Magia

L’ultima mostra che sono riuscita a battezzare nel 2020, prima della reclusione generale a causa di una pandemia mondiale.

Locandina Chagall

La racconterò al passato perché ammetto di scrivere questo post/postumo.

Abitavo in una traversa di via Andrea Costa al tempo, al terzo piano senza ascensore di un bilocalino bolognese costosissimo, con quella che sarebbe diventata poi mia moglie; Bologna, con noi, non è stata gentile e generosa come speravamo fosse dopo una Padova in salita, ma tant’è.

Da casa ai portici, o al nostro locale di pancakes preferito, c’erano sempre al massimo 15 minuti: c’erano 15 minuti persino per andare al lavoro – per mia moglie – e 15 minuti per andare a fare la spesa; nel freddo febbraio pandemico, dove tutti ancora non avevamo capito che cosa stesse accadendo, decidemmo di spendere quei 15 minuti andando a vedere Chagall.

Io ho sempre amato tantissimo Chagall, forse perché era un ebreo chassidico russo del Cancro naturalizzato francese (e ho vagamente idea che questo miscuglio di nature diverse potesse portare a tensioni interiori fortissime e romantiche): la sua storia pittorica racconta un uomo protagonista di numerosi movimenti contemporanei ma sempre ritirato e dimesso, come se l’essere troppo protagonista non facesse integralmente per lui e per le sue opere.

Curata da Dolores Duràn Ucar, la mostra racconta il mondo intriso di stupore e meraviglia dell’artista. Nelle opere coesistono ricordi d’infanzia, fiabe, poesia, religione ed esodo, un universo di sogni dai colori vivaci, di sfumature intense che danno vita a paesaggi popolati da personaggi, reali o immaginari, che si affollano nella fantasia dell’artista.
Opere che riproducono un immaginario onirico in cui è difficile discernere il confine tra realtà e sogno.

Questo dice Arte.it ed in effetti così è stato: impossibile non aspettarsi i grandi classici di Chagall (la casa blu, il violinista verde, il guanto nero etc) ma la vera mostra si è basata sul sogno e sui disegni di questo essere umano completamente immerso dentro se stesso, come se i suoi stessi sogni avessero preso il sopravvento.

Ho apprezzato fortemente la parte artistica immersiva della cosiddetta “Dream Room” che, ormai immancabile nelle mostre di oggi, ha accompagnato lo spettatore nei voli delicati dei personaggi dei suoi quadri, con i colori e le pennellate accese, a tratte dondolanti tra fauvismo e avanguardia. Se penso che si potessero essere più quasi e meno illustrazioni? Sì, me li aspettavo e ci ho anche sperato. Se questa mancanza ha reso il tutto meno godibile? No, ma i disegni hanno, in qualche modo incomprensibile, raccontato meno la mano del personaggio Chagall. L’esposizione è effettivamente valsa questi 14euro? Diciamo che questo prezzo è un po’ salato per le tasche di oggi, specialmente per un pubblico a cui lo consiglierei caldamente: le famiglie.
Ma posso dire di averli spesi comunque volentieri.

La mostra in sé è stata divisa in un percorso ben motivato e organico, le cui descrizioni si possono reperire qui.

Dal 20 Settembre 2019 al 01 Marzo 2020

BOLOGNA
LUOGO: Palazzo Albergati
INDIRIZZO: Via Saragozza 28
ORARI: Tutti i giorni 10 – 20 | La biglietteria chiude un’ora prima
CURATORI: Dolores Duràn Ucar
ENTI PROMOTORI:
Con il patrocinio di Comune di Bologna
COSTO DEL BIGLIETTO: Intero 14 € | Ridotto 12 € | Gruppi 10 € | Universitari 9 € | Scuole 5 € | Bambini da 4 a 11 anni non compiuti 6 € | Gratuito bambini fino a 4 anni non compiuti; accompagnatori di gruppi (1 ogni gruppo) et

Disposizione opere: 8
Illuminazione: 8
Tematica: 8
Prezzo: 14
Tempo: 3h

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...