Hemmes, strappi

Firenze, Galleria del Palazzo

Invito_fronte_Ana_Gonzalez_Sola_2

 

La tipica mostra in una Galleria “invisibile”, che se non sa che c’è non ci vai.
Trovata per caso, all’inizio la gallerista snob non saluta, ma questo Hemmes è interessante.
Guarda un po’, un Artista nuovo che si presenta con dei colori lucidi come se fossero pigmenti mescolati al pvc: sfrutta la carta “accartocciata”, accosta benissimo gialli e blu con viola/rossi intensi, sfrutta le rifiniture lucide dove vuole accentuarne la profondità e quelle opache dove vuole lasciare un sospeso.

Strappi“, pretty in violet, sembra riuscitissimo. È a questo punto che la curatrice della mostra si avvicina dopo avermi vista prendere – forse troppi – appunti: io vorrei sapere se si tratta di particolari smalti o acrilici, ma l’Argentina spiega con rinnovato entusiasmo che il Livornese macera diversi tipi di carta riciclata per comporre altri fogli da impilare e modellare in seguito.
Sostanzialmente la tecnica consiste nel far appassire delle carte diverse tra loro in acqua per poi ristenderle e ricomporle, distribuendole poi con strappi e colori indurenti per creare l’effetto a piani, dimensionale, che è diventata la caratteristica dominante delle esecuzioni.

hemmes

L’Artista reputa questi quadri come animali interni e sostiene che debbano rimanere senza nome a causa della loro natura di emozione variabile; è un individuo molto produttivo ed immagina i suoi quadri con fare da visionario, ci mette impegno emotivo e credo che ogni pezzo non racconti nulla di sé ma semplicemente si porti via uno straccio della sua interiorità.

Apprezzo moltissimo la cura con cui è stata allestita la mostra e come la Gallerista, da ispanica snob, sia passata all’aspetto più umano del suo lavoro raccontando ogni aspetto – concettuale, spaziale, organizzativo – della cosa.

Disposizione opere: 
Illuminazione: 9
Tematica: 10
Prezzo: //
Tempo: 2 ore di narrazione selvaggia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...